Come scegliere la lunghezza delle tende

Come scegliere la lunghezza di una tenda:

Proprio come i tappeti, le tende hanno il potere di dare personalità ad una stanza e trasformarne completamente il carattere: nei negozi e online se ne trovano ormai di ogni tessuto, forma, texture e colore, ma spesso è la lunghezza l’elemento più difficile da valutare in fase d’acquisto.

Come dico sempre, non è facile dettare una regola universale che valga per ogni casa ed ogni ambiente, ma c’è sicuramente qualche piccolo accorgimento che potete adottare per capire qual è la lunghezza perfetta per le vostre tende.

Per cominciare, scegliete tra uno di questi tre stili di base:

1. Tenda a misura

Come dice il nome, è tagliata a misura in modo che l’orlo sfiori appena il pavimento. Tra tutte, questa la lunghezza più easy perché si adatta bene alla maggior parte degli ambienti e dei contesti, non strofinando per terra si sporca meno e può essere realizzata sia con tessuti pesanti e coprenti, come il velluto o il cotone/lino doppiato, sia con stoffe più leggere ed evanescenti (meglio, in questo caso, optare per teli più larghi con un’arricciatura più ricca, se l’apertura lo consente).

2. Tenda a strascico

In questo caso i teli si appoggiano morbidamente sul pavimento: l’effetto è molto soft e romantico. Se si sceglie un tessuto “importante” e ricco, la stanza acquista immediatamente un’allure più lussuosa. È più adatta a stanze grandi con ampie aperture, per non sbagliare meglio evitare il doppio telo a contrasto (salvo che quello centrale sia di una tonalità neutra) e puntare invece sulla texture e sui colori. Tende a raccogliere molta polvere, quindi va lavata più spesso.

Come scegliere la lunghezza di una tenda: tenda a strascico, fantasia multicolor | Una Casa Così

6.

3. Tenda corta

Non tocca terra ed è generalmente indicata per aperture strette (per cui basta un telo solo), stanze di servizio e spazi intimi. Può essere una buona soluzione anche nel caso in cui le finestre creino una sorta di piccola nicchia perché molto rientrate rispetto alla parete. Per scongiurare l’effetto “pantaloni corti”, meglio fermare la tenda da un lato o optare per modelli con estremità decorate (es: frange, ricami, pompon). Può essere una buona soluzione anche nel caso in cui vogliate mettere in risalto uno zoccolo decorativo o il dettaglio di una parete, come nel caso di quella di mattoni nella foto che segue.

Un’ultima dritta: se non avete i tetti troppo alti e volete dare maggiore respiro alla stanza, appendete il bastone più vicino al soffitto che al lato superiore della finestra e fate in modo che sia più largo rispetto all’apertura che volete schermare. È un piccolo trucco che fa davvero la differenza: la finestra sembrerà molto più grande!

Photo Credits: Immagine in evidenza1. / 2. / 3. / 4. / 5. / 6. / 7. / 8. / 9. / 10. / 11.

CC BY-NC-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *