Black is the new kitchen! 20 cucine in nero

20 cucine in nero | Una Casa Così

Col nero non sbagli: sicuramente vero per l’abbigliamento, non sempre quando si parla di arredamento! Anche se è un colore che amo molto, in casa l’ho sempre usato a piccole dosi – perché sì, è elegante e sofisticato, ma può risultare pesante e rendere cupi gli ambienti, specie se gli spazi sono piccoli e non molto luminosi.

Quando la mia amica Cecilia di The Black Kitchen (blog per buone forchette, fateci un salto!) ha scelto il nero come punto di forza per il restyling della sua super-attrezzata, ma non grandissima cucina, mi sono dovuta ricredere: tutti i mobili, e perfino la parete che è diventata una grande lavagna, sono scuri che più scuri non si può, eppure… nell’insieme la stanza è allegra e incredibilmente accogliente!

Questo è possibile grazie ad alcuni trucchi (e di alcuni di questi Cecilia ha fatto davvero tesoro):

  1. riscaldare il nero con il calore del legno naturale, meglio se in un’essenza chiara come il rovere;
  2. stemperarlo con tocchi di bianco, più o meno presenti;
  3. accenderlo con dettagli nelle tonalità dei metalli – nel suo caso il frigo e i dettagli cromati, ma potreste optare anche per l’oro per un effetto classico e raffinato, o per rame e ottone se vi piace lo stile rustico e il vintage;
  4. abbinarlo al marmo, alla pietra o al cemento – la combinazione è più che collaudata e super-chic;
  5. alleggerirlo con la trasparenza del vetro;
  6. sdrammatizzarlo con tocchi di colore o con pattern grafici, per un’atmosfera informale e rilassata;
  7. ravvivarlo con un’illuminazione scenografica e ben studiata. 

Insomma, se anche voi volete una black kitchen, il segreto è puntare sui contrasti: in questo post ho raccolto le foto di 20 cucine in nero, da usare come ispirazione se dovete ristrutturare o cambiare lo stile della vostra cucina.

Quale preferite?

 

 

 

20 cucine in nero | Una Casa Così

20 cucine in nero | Una Casa Così

Homes To Love

 

 

 

 

 

 

 

CC BY-NC-SA 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *