Posts in Category

Home Inspiration

Da perfetto “animale da appartamento”, sono una divoratrice di film e serie tv, e mi capita spesso di innamorarmi delle case dei protagonisti di una storia. Proprio per questo ho pensato ad una rubrica ad hoc, dedicata a quelle che io chiamo case da film. La inauguro oggi presentandovi l’appartamento di Dev, protagonista della pluripremiata Master of None – le prime due stagioni sono su Netflix, se non le avete già viste ve le consiglio caldamente! Non voglio dilungarmi più di tanto su chi è Dev e sulla serie, preferisco lasciarvi

I livelli di ottimismo stanno crollando a picco: lo dice una ricerca condotta da Twinings – ma basta accendere la TV e guardare un telegiornale, o dare un’occhiata alla percentuale di post in stile #maiunagioia sui social network, per capire che in effetti il mood generale non è ai massimi storici. E visto che per conflitti, povertà, crimini e violenze di ogni genere non c’è una soluzione a breve termine, Twinings ha collaborato con PANTONE per cercare di riportare un po’ di sana positività nella vita di tutti i giorni. Il risultato è ‘Natural Optimism’, una nuance di azzurro

Chi abita in un appartamento in affitto è spesso combattuto tra il desiderio di investire in arredi, complementi, decorazioni (a volte perfino in qualche intervento strutturale) e la legittima preoccupazione di spendere troppo per una casa che non sarà “quella per la vita”. Il rischio di noi inquilini, insomma, è quello di vivere ambienti gradevoli, ma un po’ anonimi; per questo, in attesa di avere la possibilità di acquistare – e ristrutturare – quella che sarà la casa dei miei sogni, ho cercato dei modi furbi e a basso budget per far sì che anche la

Col nero non sbagli: sicuramente vero per l’abbigliamento, non sempre quando si parla di arredamento! Anche se è un colore che amo molto, in casa l’ho sempre usato a piccole dosi – perché sì, è elegante e sofisticato, ma può risultare pesante e rendere cupi gli ambienti, specie se gli spazi sono piccoli e non molto luminosi. Quando la mia amica Cecilia di The Black Kitchen (blog per buone forchette, fateci un salto!) ha scelto il nero come punto di forza per il restyling della sua super-attrezzata, ma non grandissima cucina, mi sono dovuta ricredere: tutti i mobili, e

L’home tour di oggi dimostra che arredare un piccolo appartamento può dare grandi soddisfazioni: sono sempre in cerca di idee su come sfruttare al massimo gli spazi ridotti (avete già visto il monolocale in stile nordico che avevo scovato qualche tempo fa?), e questo trilocale svedese mi ha particolarmente colpita per la sua atmosfera accogliente e per la capacità di mixare arredi classici con dettagli di gusto contemporaneo. Partiamo dall’ingresso: molto piccino, ma curato nei minimi dettagli – dalla cassettina per appendere le chiavi in legno laccato nero, in tinta con la panchetta per poggiare le borse sotto la mensola appendiabiti,

Qualche giorno fa, curiosando sul magazine di Dalani, mi sono imbattuta in un articolo sugli interior trend per l’estate 2016. Oltre alla tendenza Jungle (di cui avevo già scritto qui) ho adocchiato l’intramontabile Coastal, anche noto come stile marinaro o navy.  Proprio perché non passa mai di moda, lo stile Coastal può essere personalizzato per qualsiasi ambiente: che siate in cerca di idee su come arredare la vostra casa al mare o che vogliate portare un po’ di brezza marina in città per la stagione estiva, arredare in stile Coastal è semplice e assolutamente possibile anche con un budget

Ereditare dei bei mobili d’antiquariato è quasi sempre una fortuna: qualsiasi sia il loro valore di mercato, si tratta solitamente di pezzi di buona fattura, realizzati con tecniche artigianali e materiali robusti e capaci di portare in casa il fascino romantico e un po’ malinconico di tempi lontani. Hanno anche un altro pregio: più sono vissuti (il che vuol dire anche rovinati e stinti), più sono interessanti: per questo vado sempre a curiosare nei mercatini dell’usato – si possono fare dei veri affari! Il rovescio della medaglia è che, spesso, abbinare mobili d’epoca e arredi moderni non è affatto facile.

È tornata la primavera, e con lei la voglia di stare all’aperto: se siete tra quei fortunati che possono trascorrere le giornate di sole e le sere più miti in giardino, questo articolo probabilmente non vi tornerà utile. Se invece, come me, abitate in città e l’unico spazio esterno che avete a disposizione è un balcone (magari anche piccolo), non scoraggiatevi: ci sono molti modi per attrezzare un balcone e trasformarlo nel vostro personalissimo angolino di paradiso, e le foto che seguono lo dimostrano. Date un’occhiata e prendete ispirazione! Che ne pensate? Quale di queste soluzioni fa al caso vostro? Lasciate un commento o

Già da qualche anno interior designer, stylist e giornalisti raccontano di un’inversione di tendenza in fatto di casa: le porte degli interni più fotografati, prima rigorosamente chiuse a tutto ciò che non fosse minimal, monocromatico, rigoroso e super-lineare, hanno cominciato ad aprirsi al colore, ai contrasti e ad uno stile più rilassato e informale. Mai come questa primavera l’ispirazione viene dalla natura, quella più selvaggia e lussureggiante: ed ecco che in casa le piante diventano elementi di design, il verde in tutte le sue tonalità invade gli ambienti, tutte le essenze del legno tornano ad essere

Natale è già passato, sono sopravvissuta a cene, pranzi, pandori, panettoni e ogni altro genere di attacco culinario e posso finalmente godermi qualche giorno di relax a ritmi rallentati, prima che il capodanno chiuda queste feste con botti e bagordi e mi riporti al solito, frenetico tran tran. Oggi voglio parlarvi di tre libri che si intonano perfettamente al mio umore slow: in un mondo che va sempre troppo di fretta, sono un invito a riscoprire il valore della casa come luogo in cui ritrovare noi stessi e ritrovarci con le persone care, a