Posts in Tag

decorazione

Argomento casa vacanze: chi di voi, come me, è arrivato all’ultimo minuto e sta cercando un posticino accogliente dove trascorrere le ferie? Tra le mie mete-feticcio c’è Formentera, di cui conservo ricordi meravigliosi: ci ho trascorso una settimana di inizio estate con due care amiche, qualche anno fa, e ho ancora negli occhi le spiagge bianche e assolate, il villaggio di Es Pujols gremito di locali, i tramonti spettacolari, le avventure in motorino (che non sapevo guidare, ho imparato a farlo per l’occasione)… L’unica nota un po’ dolente è stata

Chi abita in un appartamento in affitto è spesso combattuto tra il desiderio di investire in arredi, complementi, decorazioni (a volte perfino in qualche intervento strutturale) e la legittima preoccupazione di spendere troppo per una casa che non sarà “quella per la vita”. Il rischio di noi inquilini, insomma, è quello di vivere ambienti gradevoli, ma un po’ anonimi; per questo, in attesa di avere la possibilità di acquistare – e ristrutturare – quella che sarà la casa dei miei sogni, ho cercato dei modi furbi e a basso budget per far sì che anche la

Aggiornamenti dalla casetta: finalmente anch’io ho un gallery wall! Il mio salotto piano piano acquista personalità e diventa sempre più accogliente… Devo dire che i tutorial che avevo studiato (e che avevo sintetizzato e condiviso con voi in una mini-guida definitiva) sono stati di grande aiuto! Realizzare un gallery wall può sembrare un’impresa, ma credetemi, basta seguire qualche piccola accortezza: il risultato finale vi stupirà! Nel mio caso, questa era la parete da riempire… …e queste sono state le prime prove di composizione che ho fatto, seguendo il consiglio del tutorial di disporre

Puntuali come ogni anno, arrivano le anticipazioni estive sul nuovo catalogo IKEA – una manna per chi, come me, ama il design nordico ed ha sempre un occhio al budget! Sono sempre sintonizzata sulle novità in arrivo dal colosso svedese, e le news che ho letto in questi ultimi giorni mi hanno incuriosita in modo particolare. Oltre alle immancabili soluzioni per piccoli spazi, agli arredi flessibili e modulari, alle idee per gli home office e quelle per il green living, pare che il catalogo IKEA 2017 racconterà le storie di 13 case in giro per

Questo post sarà di grande ispirazione per chi cerca idee per rinnovare il bagno senza ristrutturare: un desiderio che, prima o poi, abbiamo tutti. Perché cambiare è bello (e ristrutturare un po’ meno), e anche perché spesso – diciamocelo – il bagno è la parte della casa che trascuriamo di più. Le ragioni (leggi: le scuse) sono le più svariate: abbiamo esaurito il budget, non c’è abbastanza spazio, o abbastanza luce, o la voglia di affrontare spese consistenti per il restyling di un ambiente che, alla fine, è “di servizio”. Su Bolig Magasinet ho trovato delle immagini che dimostrano che cambiare lo stile del bagno può cambiare

Cosa spinge un promettente architetto a lasciare il posto fisso e reinventarsi artigiana 2.0? La volontà di dare più valore al tempo, di vivere con lentezza, di fare cose con le mani, di staccare gli occhi dal computer per contemplare il mondo e le forme della natura: me lo racconta Bruna Cattano, fondatrice di Rizma, un marchio di prodotti handmade che all’inizio era solo un hobby, ma che adesso aspira a diventare un impiego a tempo pieno. La prima fonte di ispirazione sono le geometrie con cui Bruna ha a che fare ogni giorno per lavoro: nel 2014 si

Lo so, è da un po’ che non scrivo, ma lo giuro: ho lavorato per il blog e per la casetta! Ho finalmente scelto il tappeto per il salotto (presto arriveranno anche le foto), ho sistemato delle piante che mi hanno regalato in dei bei portavasi di ceramica bianca, sono alla ricerca di un cesto per la biancheria che sia bello da vedere e non costi un occhio della testa… insomma, è un continuo organizzare, decorare e curiosare – prevalentemente sul web, dove di recente ho fatto una bella scoperta. Cercavo delle opere per arricchire

Proprio come i tappeti, le tende hanno il potere di dare personalità ad una stanza e trasformarne completamente il carattere: nei negozi e online se ne trovano ormai di ogni tessuto, forma, texture e colore, ma spesso è la lunghezza l’elemento più difficile da valutare in fase d’acquisto. Come dico sempre, non è facile dettare una regola universale che valga per ogni casa ed ogni ambiente, ma c’è sicuramente qualche piccolo accorgimento che potete adottare per capire qual è la lunghezza perfetta per le vostre tende. Per cominciare, scegliete tra uno di questi

Non sarà una novità, ma va detto: in quanto a decorazioni di Natale, i nordici continuano a fare scuola – ve lo dice una siciliana doc che ogni anno si cimenta con l’impavida impresa di ricreare un’atmosfera pseudo-natalizia nonostante i 20 gradi fissi 🙂 Visto che mancano soltanto quattro giorni e tutti i regali sono stati fatti, ho finalmente il tempo di condividere con voi la mia moodboard del Natale ideale: tonalità rubate ai paesaggi scandinavi, addobbi minimal, il profumo dei biscotti appena sfornati, il calore del legno, di un maglione oversize e di una coperta morbida,

Anima hippy e forme rigorose, aria casual e linearità composta, caotico eclettismo e sobrietà nordica: il Mid-Century Boho, ovvero lo stile che accosta le linee pulite, semplici e senza tempo del design degli anni ’50 (principalmente scandinavo e americano) allo spirito libero, vivace e poliedrico da bohémien, è uno dei trend contemporanei più affascinanti in fatto di arredamento e home decor. Per ricrearlo a casa vostra, date un’occhiata alle foto che seguono e fate attenzione agli elementi ricorrenti, come: tappeti e decori kilim rivisitati in chiave moderna (colori spesso più saturi e freddi rispetto alle tonalità tradizionali, più

Parlo per esperienza: se dovete mettere su casa da zero, le pareti sono una delle cose più complicate da gestire. Questo vale sia che abbiate tanto spazio a disposizione, sia che dobbiate progettare gli arredi al centimetro. Nel primo caso, infatti, l’impresa più ardua sarà trovare il giusto equilibrio tra decorazioni ed elementi funzionali (come librerie, mobili contenitori, specchi, librerie, mensole…), che in ambienti molto ampi potrebbero “perdersi” o non armonizzarsi tra loro; nel secondo, dovrete aguzzare l’ingegno per soddisfare le esigenze di quotidiana praticità ottenendo comunque un effetto esteticamente gradevole. L’argomento sarebbe lungo da sviscerare ed

Le storie di donne che mollano tutto per realizzare il proprio sogno sono per me fonte di grande ispirazione: oggi voglio raccontarvi quella di Sarah K. Benning, laureata in Belle Arti allo School of the Art Institute di Chicago con un talento davvero particolare. A ventitré anni, Sarah decide di seguire un amore giramondo e la sua più grande passione: il ricamo. Il primo la porta prima ad Albany, New York, e poi in Spagna, sull’isola di Minorca; il secondo a passare le notti china sul telaio, a ricreare con ago e filo interni gremiti di piante e arredi